venerdì 25 ottobre 2013

ALESSANDRA GANDINI LIBERA DALLA MAFIA!

                       Alessandra Gandini LIBERA dalla MAFIA!
                                   Foto di Alessandra Gandini


LA MAFIA sta' cercando di farmi fuori simulando il mio suicidio. Mi ha già mostrato la scena-madre, "la teatrata", servendosi di una vicina di casa, signora Patrizia Gozzi, la quale ha DOVUTO SIMULARE un simile quanto improbabile evento, in cui sono stati usati mezzi e persone, in modo tale da rendere tutto MOLTO CREDIBILE e veritiero.
Mi spiego meglio:

quello che ho appena descritto è uno dei TANTI "MESSAGGI SUBLIMINALI" messi in atto dalla MAFIA, che consistono nel creare attorno a me (in questo caso), ma anche a mio fratello e naturalmente alla nostra famiglia, quando era in vita, una situazione, un fatto, un avvenimento, che possano essere ravvisati come uno SPECCHIO, in maniera da indurci a ripetere il gesto, oppure, per indurci a fare ciò che LA MAFIA si prefigge di ottenere.
Tutta la situazione viene creata con dovizia di particolari, persone che, obbligatoriamente, si prestano alle FARSE, impiego di mezzi, auto e TUTTO quanto occorre a rendere APPARENTEMENTE vero e naturale, ciò che è TUTTO FALSO e COSTRUITO a tavolino!
Se LA MAFIA non ottiene ciò che VUOLE con questi mezzi subdoli, criminali e pazzeschi, allora, interviene direttamente facendoti sopprimere alla prima occasione ADATTA, e magari, sfruttando sempre la giustificazione del tuo suicidio, creandoti false ambientazioni, come ad esempio, facendoti descrivere depressa, psicotica o malata di mente.
La nostra famiglia ha sempre vissuto tutta la sua vita tra queste FARSE e FALSITA' create appositamente per indurla a compiere scelte sbagliate, per essere danneggiata, truffata, raggirata, diffamata, maltrattata e quindi, uccisa, in totale OMERTA'. Questo è il modo in cui opera il SISTEMA.
Nonostante la grande, terribile tragedia di trovarci continuamente braccati da questo SISTEMA, noi tutti in famiglia abbiamo sempre conservato la nostra personalità integra e conscia con spiccato distinguo di ciò che era BENE e ciò che era MALE. Riuscendo, spesso, nella tragicità del nostro vissuto, a conservare quella lucidità e quel giusto senso di integrità, che ci hanno evitato trappole ancora più subdole. Tutto questo comunque, non è servito a molto, poiché noi siamo sempre stati soli verso una comunità di persone che avevano ORDINE di farci del male!
Tornando a me e recuperando il discorso iniziale, scrivo questo Post giusto per DIVULGARE, a proposito di ciò che ho appena spiegato, che ci tengo a rendere PUBBLICO il fatto che non ho manie suicide, non sono depressa e non ho mai sofferto né dell'uno né dell'altra, in tutto il percorso della mia vita!
LA CASTA mafiosa, quando commette omicidi, come quando ci fa derubare dai negozianti o altri, deve sempre presentare un colpevole e una causa credibile, in  maniera tale che del VERO colpevole, che ha dato L'ORDINE, non ne possa trasparire nemmeno un'ombra.
Dato che ho palesato pubblicamente, oltreché sul mio Blog, ogni possibile metodo con cui LA MAFIA minaccia di uccidermi, attualmente, sembra "propensa" a tornare all'idea del suicidio. Ragion per cui, dovesse capitare, tengo a ripetere che non potrò MAI essere stata io a compiere un simile gesto!
Nonostante la mia vita sia sempre stata nelle luride mani della MAFIA e quindi, intrisa di grossi guai, problemi insormontabili, ingiustizie, dispiaceri a non finire, danni gravi, diffamazioni, isolamento forzato da amici, parenti stretti o vicini come anche dalla gente in generale, non ho mai sofferto di depressione! Le sofferenze sono state tante e sempre pesanti. E nonostante i maltrattamenti pesantissimi, che ho subìto e che mi sono stati imposti dalla MAFIA, vissuti ad esempio, in tutto il mio percorso scolastico e di studio, di cui racconterò in seguito, non ho mai pensato al suicidio!
Non essendo mai stata stupida, capivo che la nostra famiglia e io vivevamo una vita TROPPO piena di fatti, cose e avvenimenti spiacevoli, quando non gravi, da parte degl'altri! E questo era davvero inspiegabile dal momento che eravamo/siamo una famiglia perbene, educata, onesta, accogliente, affettuosa. Chi ci ha conosciuti e frequentati può testimoniare che questi non sono solo aggettivi ma era la realtà dei fatti. Certo, non potevamo sapere di essere stati, DA SEMPRE, braccati e oppressi dalla MAFIA: i peggiori delinquenti e criminali senza scrupoli di sorta, che possano mai esistere al mondo.
In qualsiasi momento eravamo seguiti, pedinati, ascoltati. In ogni luogo, compreso casa, telefono, scuole, vacanza, visite specialistiche, OVUNQUE!
E CHIUNQUE aveva ORDINE di farci del male e derubarci. Questo succede ancora oggi.
Era una situazione continua e davvero eccessiva, che non trovava però, spiegazione, perché il male ci veniva causato vigliaccamente alle spalle da chiunque ne fosse stato incaricato. Quando poi, il danno che ci doveva essere imposto era più grave di altri, diciamo più evidente, reagivamo cercando di allontanare la persona che avevamo davanti e che ai nostri occhi, appariva come colpevole, sperando così di aver eliminato il danno o il problema.
Invece, la questione non finiva mai: tutte le persone più moleste, cattive, pericolose, insidiose, disoneste e ficcanaso sino allo stolkeraggio, LE INCONTRAVAMO NOI! Perché ogni persona veniva industriata dalla MAFIA!
Una vita davvero assurda, perduta e distrutta a causa di volgarissimi ladri e assassini, che per coprirsi t'infangano pure la memoria quando non ci sei già più!
Ma chi poteva mai sospettare la mostruosità che ci attanagliava nell'ombra nascondendosi alle spalle, dietro ai volti di cittadini anche perbene e conosciuti?!
Per fortuna, almeno oggi, so bene chi mi ha rovinato la vita, chi ha rovinato quella di mio fratello, chi ha ucciso i nostri nonni, i nostri genitori, le nostre precedenti generazioni e, non ultimi, i nostri cani, che per noi erano persone di famiglia.

Ogni concausa nefasta nelle nostre vita, aveva e ha tuttora, un unico denominatore comune: LO STATO!

OVVERO: TUTTE LE AUTORITA', TUTTI I POLITICI, TUTTI I GOVERNANTI, TUTTI I CITTADINI INDUSTRIATI E OBBLIGATI CONTRO LA NOSTRA FAMIGLIA!
E ad ogni successivo cambio di "personale", da generazioni, la nostra tragedia proseguiva, e prosegue, di padre in figlio, senza finire mai.
Nonostante ciò, ho ancora e sempre "un sogno nel cassetto": quello di poter vivere almeno gli ultimi anni della mia vita, compreso mio fratello e il nostro ultimo cane superstite da avvelenamenti intimidatori, in piena LIBERTA', riuscendo a viverla, a sentirla e a capirla.
Per questo, cerco di difendermi ogni giorno e in ogni momento.
Per questo, cerco di proteggere come posso quello che resta della mia famiglia: mio fratello e il nostro cane.



"Per questo, ho aperto questo Blog: per divulgare più possibile LA VERITA', perché DOMANI sia sinonimo di LIBERTA' e in modo che L'OMERTA' non vinca più!
E nemmeno LA MAFIA! E perché entrambe non siano più padrone della nostra vita o della nostra morte."


                                      Make a wish.
                                      Esprimi un desiderio.

N.B.:
Ho scritto questo Post qualche tempo fa' e oggi, anche il nostro ultimo cane, Brenda, non c'è più! Nel breve momento in cui mio fratello ed io eravamo andati a fare la spesa della settimana, LA (VERA) MAFIA ha mandato, con gravissimo SOPRUSO, in casa nostra, "la sua manovalanza". Brenda era chiusa in casa, ed è stata BRUTALMENTE avvelenata!

Quando LA (VERA) MAFIA si insinua nella vita dei cittadini in OMERTA', si nota subito: distruzione, disgrazie, malattie, ingiustizia e soprusi prendono il sopravvento!
Dove subentra LA (VERA) MAFIA esistono solo DISTRUZIONE E MORTE!
Dove subentra LA (VERA) MAFIA, non esiste più la vita, non ci sono DIRITTI UMANI, NON C'E' DIGNITA'!
Ma solo e sempre distruzione, morte e tanti (veri) criminali vestiti a festa!
Giudicate VOI!
Vi sembra siano stati applicati i DIRITTI contenuti nella Costituzione verso la famiglia Gandini?
LIBERTA'?
Per chi?! ...


Alessandra e Alessandro Gandini tuttora sotto estorsione, sempre in pericolo di vita.

Nessun commento:

Posta un commento